Cura del corpo attraverso una cucina dei veleni?

Ci saranno pochi settori di prodotti dove ci si trova tanta perfidia come per la cura del corpo.

Recentemente ho preso in mano la crema di una nota azienda con vendite dirette, che ama decorare i suoi prodotti con foto di famiglie belle e felici e di presentarsi come rappresentante di alta qualità della propria offerta attraverso l’uso di risorse naturali. Che il consumatore inesperto sotto “risorse naturali” capisca qualcosa di diverso in confronto al produttore diventa chiaro, quando si guarda l’elenco degli ingredienti di questi prodotti. Dopo la  lettura di questi tanti resteranno scioccati. Forse il produttore vuol indicare ai consumatori che in fondo tutti gli ingridienti provvengono dalla natura, come per esempio anche prodotti petroliferi, allergeni, tensioattivi o conservanti. Quando però quasi tutte queste sostanze in questo prodotto crema sono discutibili, per me la filosofia di tali aziende è da bocciare come per altro i rispettivi prodotti. Nella crema da me valutata, due terzi degli ingredienti sono da considerarsi come segue:

Paraffinum Liquidum Derivato di olio minerale che forma un film impermeabile sulla pelle e può danneggiare il suo mantello protettivo. Contaminati rimangono nel corpo.
Cetearyl Alcohol Forma film opaco. Può indebolire la barriera cutanea. Ingannare l’effetto di cura. Silicone non idrosolubile.
Parfum Principalmente combinazione di oli essenziali naturali e aromi chimici che potrebbero scatenare allergie e irritazioni della pelle.
Ceteareth-20 Emulsionante che è sospettato di contenere diossano e può causare nitrosammine cancerogene. Rende la pelle più permeabile agli inquinanti.
Acrylates Forma un film impermeabile sulla pelle e  chiude i pori.
Acryl Acrylates Crosspolymer Forma un film impermeabile sulla pelle e  chiude i pori.
Triethanolamine può causare nitrosammine cancerogene
Sodium Lauryl Sulfade Tensioattivo aggressivo. Irritante per la pelle e allergenico.
Imidazolidinyl Urea Conservante che può causare allergie, irritazione della pelle e irritazione agli occhi e rilascio di formaldeide cancerogena.
Propylparaben Conservante con azione ormonale. Sospettato di provocare il cancro (al seno).
Methyl Nicotinate
Coumarin Allergene ben noto. Fragranza obbligatoriamente da etichettare.
Linalool Allergene ben noto. Fragranza obbligatoriamente da etichettare. Può disturbare la respirazione, la coordinazione muscolare e l’attività di movimento spontaneo.
Benzyl Benzoate Allergene ben noto. Fragranza obbligatoriamente da etichettare.  Può avere un effetto anestetico locale.

Per quanto stupido questa industria considera essere il consumatore, se gli propone un tale mix al limite del velenoso come cura del corpo? E a pensare che ci sono anche – non di rado giovani – persone che seguono questa azienda e diffondono tali prodotti attraverso le cosidette parties a parenti, amici e conoscenti.
Pertanto non ci si può essere meravigliarsi, se aziende coerentemente sostenibili stiano sovraperformando tali produttori in un’area così sensibile come la cura del corpo e gli integratori di alimentazione in tutta Europa e nel mondo?